Thinkplace - strategie applicate - logo
21
MAR
2016

Studi professionali sempre più vicini al mondo digitale

Posted By :
Comments : 0

 

Il libero professionista di oggi è sempre più attento e aperto al mondo digitale. Questo è ciò che si evince dai dati raccolti dall’Osservatorio Professionisti e Innovazione Digitale della School of Management del Politecnico di Milano che hanno impegnato due anni di ricerche su studi di avvocati, consulenti del lavoro, commercialisti e studi multidisciplinari italiani.

Il 2015 ha visto un aumento della redditività e del fatturato degli studi professionali e con questo la conseguente attenzione all’attività di consulenza e lo sviluppo di servizi sempre più in linea con le richieste provenienti dal mercato.

Dai dati si osserva che :

  • sono cresciuti gli investimenti in nuove tecnologie da parte dei circa 150 mila studi professionali, i quali hanno speso complessivamente oltre 1,1 miliardi di euro per l’ICT. Ciò significa che in media, la spesa digitale per singolo studio sfiora i 9 mila euro;

 

  • circa il 40% degli studi professionali vede nelle tecnologie uno strumento di sviluppo e un chiaro elemento chiave per l’andamento positivo di fatturato e redditività. I professionisti, in crescita notevole sono coloro che utilizzano maggiormente gli strumenti più evoluti.

 

  • vi è una crescita dell’interesse per le consulenze online, la quale permette di creare maggiore visibilità allo studio del professionista (44%), consolida i rapporti con i clienti attuali (18%), ma soprattutto aiuta ad intercettare nuovi clienti (29%); infine, ultimo ma non ultimo, dà la possibilità di vedere aumentato il proprio fatturato (9%).

 

  • Gli investimenti nei prossimi anni si focalizzeranno su software per la conservazione digitale a norma del documenti dello studio (39%); in crescita anche la richiesta di portali per la condivisione di documenti e di attività con i clienti (circa il 34%) e nuovi siti internet (34%).

 

“E’ evidente – afferma Claudio Roratodirettore dell’Osservatorio professionisti e innovazione digitale – il desiderio da parte degli studi professionali di interagire meglio con il mercato e aumentare le abilità nell’ambito della comunicazione. C’è sempre più maggiore consapevolezza che il professionista si attrezzi di  nuove abilità, le quali devono diventare parte integrante del proprio lavoro, non trascurando, le tendenze emergenti del mercato”.

Lo Studio Legale Barbieri e associati a Bologna è un esempio di studio professionale che ha voluto adottare un approccio digital based, sperimentando e adottando un modo innovativo di intercettare nuovi clienti: attraverso l’impostazione di un allarme sonoro nello studio si avvisano gli addetti che un utente nuovo sta visitando il loro sito e prontamente possono “attaccare bottone” con lui aprendo una chat.

Se ci si sposta invece nell’ambito del design si scopre attraverso alcune app, la realtà aumentata; ciò permette al designer di relazionarsi meglio con il cliente avendo modo di osservare piantine e rendering che diventano progetti 3D particolarmente realistici, nei quali è possibile vedere nel dettaglio finiture e colori. I vantaggi sono numerosi e le nuove tecnologie diventeranno la chiave per creare nuove opportunità lavorative con l’introduzione di nuove figure professionali.